Il bello di essere liberi

In un era dove la competizione sociale è spinta ai massimi livelli, la libertà non è qualcosa di scontato. Anzi, pochissime persone sono veramente libere. Le politiche mondiali sono centrate sul consumo. Senza limiti. Un po come la logica perversa del PIL, l’indicatore che misura la produzione di ricchezza annua di un paese e che non può essere negativo, altrimenti sono guai. In pratica è come se si chiedesse di aumentare costantemente la velocità di marcia di un’auto che, per quanto possa essere potente, prima o poi raggiungerà la velocità massima. E dopo? Non è dato sapere. Leggi tutto “Il bello di essere liberi”

Senti chi parla

Chi non ha mai avuto la necessità delle tutele dell’articolo 18, concorda sulla necessità di modificarlo diminuendone l’efficacia.

In questi giorni i dibattiti parlamentari e televisivi sono concentrati sui lavori relativi al Jobs Act, cioè l’ennesima riforma del lavoro chiamata in un modo che buona parte dell’opinione pubblica percepisce come qualcosa di nuovo. Leggi tutto “Senti chi parla”